Orfanotrofio di Xarfo

Xarfo è un piccolo villaggio rurale che dista circa settanta chilometri da Galkayo. Gli abitanti per la maggior parte praticano la pastorizia, possiedono poche vacche, in maggioranza le mandrie sono composte da dromedari, capre e montoni. Durante la stagione secca ed arida, i pastori si spostano con le loro mandrie restando nei dintorni Xarfo, mentre tornano al villaggio durante il periodo delle piogge._I2B8490 Vi è una piccola minoranza di abitanti stanziali che commercia prodotti all’ingrosso, generalmente cibo, i pastori barattano il latte con altra merce. Xarfo è anche famosa perché si trova in un avvallamento e molte persone possiedono cisterne per la raccolta d’acqua piovana, in questo modo durante la siccità hanno l’acqua che vendono agli abitanti. Le auto cisterne si riforniscono d’acqua ad Xarfo e la trasportano fino a Galkayo, dove è utilizzata per cucinare, per bere e lavare. Gli abitanti di Xarfo ricevono anche i soldi dai parenti residenti all’estero dopo la diaspora.
Il baratto avviene generalmente in un mercato dove si vende il bestiame: per il baratto i pastori hanno una clientela fissa. La clientela si basa sempre su coloro che non hanno tante capre o bestiame, generalmente essi chiedono un acquisto a debito di ciò che serve per vivere, i commercianti tengono un registro sul quale segnano gli acquisti e quando un allevatore ha più bestiame può saldare il suo debito barattando un animale.
Il Collegio femminile di Xarfo: ci sono 49 bambine che soggiornano fisse in collegio, esse hanno dai nove ai diciassette anni, alcune di queste ragazze arrivano dai campi per sfollati di Halabooqad, Buulo Baclay e Salama 1. Altre ancora provengono dai piccoli villaggi intorno ad Xarfo, sono generalmente figlie di pastori o arrivano da famiglie con numerosi figli, sono le famiglie più povere. _I2B8510 Ci sono anche ragazze che vivono qui ma le loro famiglie, non potendo permettersi di pagare la retta della scuola, mandano le figlie al collegio che è gratuito, le altre scuole sono a pagamento e costano otto dollari al mese.
Chi invece frequenta solo la scuola ha un trattamento economico differente: i maschi pagano la quota d’iscrizione mentre le femmine non la pagano, questo per incentivare la presenza e la frequenza femminile nella scuola._I2B8526
Per le ragazze ospitate al collegio e che provengono dai campi per sfollati, il trasporto è gratuito ed è offerto dal Gecpd. Ci sono anche quattro ragazze che provengono da un villaggio vicino, ma con situazioni familiari difficili, non hanno possibilità di sostentamento, una di loro arriva da un campo profughi._I2B8827
Questo è il primo anno che c’è la scuola elementare per maschi, sono 65 divisi tra prima, seconda e terza elementare, tutti i maschi sono di Xarfo e alcuni frequentano su richiesta di genitori, che hanno le figlie che già frequentano la scuola del collegio. È stata fatta la richiesta di accettare anche altri ragazzi di settimo e ottavo anno, seconda e terza media, per l’elevata qualità della didattica.
Durante la mattina funzionano le classi dalla prima elementare alla terza media, nel pomeriggio c’è una classe di ragazze e giovani madri che frequentano il corso di cucito. Anche il corso è gratuito ma acquistano le stoffe per cucire i vestiti. _I2B8745C’è una classe di computer e di inglese, la classe è di composizione mista, c’è una classe di doposcuola per preparare all’esame di terza media. Sono tutte e tre a pagamento. Inoltre c’è una classe di insegnamento sulla salute, profilassi e vaccinazioni, cure di primo soccorso in caso di incidenti domestici o altri piccoli incidenti. Generalmente i frequentanti questi corsi hanno dai diciotto ai venticinque anni, solo la classe di computer costa dieci dollari, gli altri corsi costano cinque dollari al mese. Durano sei mesi, rispetto ai corsi delle città è molto poco, l’insegnante costa di più perché nessuno vuole vivere in un villaggio così isolato per questo il Gecpd integra il costo degli insegnanti. Durante le vacanze estive hanno è stato proposto un sondaggio tra la popolazione e in base alla richiesta sono stati istituiti i corsi, soprattutto quello di primo soccorso è stato molo richiesto perché non ci sono ospedali e c’è solo un consultorio.
C’è in progetto di fare un ospedale in zona, così la gente si prepara per trovare un eventuale lavoro offerto dal governo del Puntland. _I2B1735

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: